amministratore condominio

36% sulle parti condominiali

La detrazione IRPEF del 36% delle spese sostenute si applica  per interventi edilizi di restauro e risanamento conservativo e di manutenzione ordinaria, straordinaria ed edilizia, di cui alle lettere da a) a d) dell’art. 31 della  L. 457/1978 realizzati su tutte le parti comuni del condominio, come definite all’art. 1117, nn. 1, 2 e 3 del codice civile.

Questo è stato il parere dell’Agenzia delle Entrate espresso con Risoluzione n. 7/E del 12/02/2010 fornito in risposta ad istanza presentata dalla ANACI, Associazione Nazionale Amministratori Condominiali Immobiliari. In considerazione dell’orientamento espresso con il documento in commento, è da ritenersi superato quanto espresso in argomento dalla citata Risoluzione 84/2007.

Tutto quello che si deve sapere sugli impianti con potenza uguale o superiore a 35 kW

Chi è il responsabile dell’impianto termico?

Per gli impianti unifamiliari il responsabile dell’impianto e’ sempre l’occupante dell’alloggio a qualunque titolo, quindi può essere il proprietario o il locatore o l’usufruttuario, ecc..

casa3d.png

Questi può rimanere unico responsabile o delegare tale responsabilità ad un terzo che assuma la figura di “terzo responsabile”. Nel caso di immobili dotati di impianti centralizzati, amministrati in condominio, gli obblighi precedenti ricadono sull’Amministratore del condominio.

Salvare il mondo dal condominio

“All’inizio ci sono stati molti mugugni, mettere tutti d’accordo non è stato semplice, ma ora, a parte i soliti incontentabili, sento soprattutto commenti soddisfatti”. 

wwf.jpg

Difficile non credere a quanto racconta Corrado Balocco, titolare di una piccola società che gestisce l’amministrazione di circa 50 condomini della provincia di Cuneo.