Il consiglio direttivo della Bce, riunito a Francoforte, ha deciso, come previsto, di mantenere invariato il tasso di rifinanziamento pronti contro termine al 4%, il massimo da quasi sei anni.

bce_logo.jpg

Analogamente ha lasciato fermi al 3% e al 5% anche il tasso sui depositi e il tasso marginale. È stato anche deciso di condurre di concerto con la ulteriori azioni coordinate, entro la fine di gennaio, per soddisfare esigenze straordinarie di liquidità in dollari. Si tratterà di due nuove aste in dollari a 28 giorni dal valore di 10 miliardi di dollari.