Nel settore immobiliare l’Italia ”rimane un Paese interessante per tutti i tipi d’investimento e meno volatile rispetto ad altri mercati”, anche europei. E’ quanto ha affermato l’amministratore delegato di Solutions Ugo Giordano, nella relazione presentata al Forum di   , svoltasi a Santa Margherita Ligure.

bandiera_italia

”Il 2008 – ha sottolineato Giordano – e’ stato un anno di svolta nell’immobiliare per la contrazione in atto nei volumi e nei valori. Il residenziale vive infatti una fase ciclica di raffreddamento, la cui durata ”dipendera’ dalla velocita’ di allineamento delle aspettative dei venditori e dall’eventuale allentamento delle politiche creditizie degli istituti bancari”. Allo stato attuale, ha aggiunto l’ad di Gabetti Property Solutions – si ipotizza una crescita solo dal 2011. Grandi trasformazioni, spesso gia’ in corso, riguarderanno, secondo Giordano, i comparti immobiliari non residenziali. In quello degli uffici, in particolare, si registra uno sviluppo dei District, che ormai annoverano servizi tali da renderli vivibili oltre l’orario di lavoro.

Per quanto riguarda il comparto commerciale, il negozio al dettaglio, non inserito in ambiti commerciali, lascia spazio a servizi sia di tipo tradizionale (agenzie immobiliari, assicurative, studi dentistici e medici) sia di tipo nuovo, per lo piu’ richiesti dalla popolazione straniera (, phone centers, lavanderie ecc), ma anche alla distribuzione commerciale di prodotti e ristorazione etnica. I centri commerciali, poi, diventano luoghi dove e’ rilevante la componente tempo libero e per questo, in futuro, si sposteranno dalle aree metropolitane alle zone periferiche e semicentrali, complici i grandi progetti di riqualificazione in programma. Per il comparto industriale la tendenza e’, infine, il passaggio a un nuovo concetto di Industrial Park, normato da legislazioni regionali e con un marchio del distretto riconoscibile.

”Poteva andare peggio, non solo in Italia, ma anche all’estero, rispetto alle prospettive di un anno fa, e per il 2009 sono ottimista”. Cosi’ Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari e padrone di casa a Santa Margherita Ligure, ha commentato il rapporto Outlook sui mercati immobiliari nel 2008. Quello italiano, secondo Breglia, e’ un mercato che tiene: ”Il fatturato – ha sottolineato – prevede a fine anno un aumento dello 0,9% rispetto al 2007, leggermente meglio di Francia (+0,7%) e Germania (+0,5%), per non parlare della Spagna (-4,7%)”. Alcuni elementi positivi segnalati da Scenari Immobiliari sono gli indicatori di mobilita’, che registrano un’accelerazione dei trasferimenti dai piccoli centri verso le citta’, una notevole crescita delle iscrizioni alle universita’, e la presenza della domanda da parte di immigrati.

Per il 2009 fattori positivi del mercato immobiliare saranno anche il calo dei tassi d’interesse, una minore inflazione e la riduzione del prezzo del petrolio. Il 2009, secondo Breglia, sara’ inoltre un mercato caratterizzato da una maggiore ricerca della qualita’.
Il Forum di Santa Margherita Ligure ha infine indicato, attraverso l’ideazione e la consegna di alcuni riconoscimenti, anche la strada da seguire in futuro. E’ il caso del premio ‘Re innovation Lady’, assegnato a Rita Fiori, general manager di Cncc (Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali), la donna che, nel corso del 2008, ha saputo innovare di piu’ nel mondo del real estate.

Fonte:Demanio.re