Corte di Cassazione, Sentenza n. 12650/2008
La delibera assembleare può essere annullata se prima dell’Assemblea l’ si rifiuta di far vedere i documenti ad uno dei condomini impedendogli di estrarne copia integrale.

Lo ha stabilito la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione annullando con rinvio una sentenza della Corte di Appello di Genova che aveva stabilito che l’impossibilità per i condomini di prendere visione dei documenti non incideva sulla validità della delibera assembleare. Questi i fatti. Un condomino aveva impugnato una delibera dell’Assemblea ritenendo che l’Amministratore del fosse venuto meno ai suoi doveri di informazione impedendogli di prendere visione dei documenti contabili e di estrarne copia integrale prima del . A suo avviso tale comportamento inficiava infatti la validità della successiva delibera assembleare.
La Suprema Corte ha accolto il ricorso, richiamando una recente pronuncia, secondo la quale “in tema di approvazione del bilancio da parte dell’, benché l’amministratore del condominio non abbia l’obbligo di depositare la documentazione giustificativa del bilancio negli edifici, egli è tuttavia tenuto a permettere ai condomini che ne facciano richiesta di prendere visione ed estrarre copia, a loro spese, della documentazione contabile, gravando sui condomini l’onere di dimostrare che l’amministratore non ha loro consentito di esercitare tale facoltà”. In base al principio enunciato, dunque, deve ritenersi che il rifiuto dell’Amministratore di esibire i documenti ai condomini che ne fanno richiesta non è solo un comportamento contrario ai doveri di informazione ma incide sulla validità della successiva delibera dell’.

Fonte: Donnegeometra