Intermediazione immobiliare: detrazione delle spese nella compravendita

L’Agenzia delle Entrate in merito alla detrazione delle spese sostenute per intermediazione immobiliare. Con la risoluzione n. 26/e in data 30.01.2009 l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla detrazione delle spese sostenute per l’intermediazione dell’agenzia immobiliare nelle compravendite, prevista dall’articolo 15, comma 1, lettera b bis), del TUIR (D.P.R. 917/1986).

calcolatrice

Detto articolo, così come modificato dall’articolo 35, comma 22-bis, della L. 248/2006 (di conversione del cosiddetto «decreto Bersani»)  prevede la possibilità di detrarre dall’imposta sul reddito il 19% dei compensi corrisposti a mediatori ed agenti immobiliari per l’acquisto della prima casa, entro un limite di 1.000 Euro.La circolare n. 28 del 4.8.2006 ha poi chiarito che la detrazione si esaurisce in un solo periodo di imposta, e che qualora l’acquisto dell’immobile sia stato effettuato da più proprietari, la detrazione, nel limite complessivo di 1.000 euro, dovrà essere ripartita tra i comproprietari in ragione della percentuale di proprietà.

Con la risoluzione in esame l’Agenzia ha richiamato i sopra citati chiarimenti già forniti ed ha ulteriormente specificato che in caso di corresponsione dell’importo all’atto del preliminare di compravendita, la detrazione d’imposta compete a condizione che detto preliminare sia stato regolarmente registrato.

1 commento

  1. Salve,
    scusate se scrivo in questo articolo ormai datato, ma la detrazione è ancora possibile per il 2012 (anno d’imposta 2011) e vorrei fare una domanda a tal proposito.
    Io e mio fratello abbiamo venduto una casa (non la prima casa) nel 2011 con preliminare registrato nel 2011. Contestualmente alla firma del preliminare, l’agente immobiliare ha ricevuto il compenso pattuito tramite assegni, ha rilasciato ricevuta e mi ha riferito che avrei potuto detrarre il 19% delle spese sostenute, che ammontano a 6mila euro iva inclusa (quindi a detta sua avrei recuperato circa mille euro).
    Informandomi online a riguardo, mi pare di capire che quanto mi è stato detto non corrisponde a verità: se ho ben capito, solo l’acquirente può detrarre le spese per la mediazione immobiliare e solo se sta acquistando la prima casa e fino a un tetto massimo di 1000 euro (recuperandone quindi 190).
    E’ corretto quanto ho scritto oppure l’agente immobiliare mi ha riferito le informazioni corrette?
    Non trovo altre informazioni riguardo le spese di mediazione immobiliare detraibili per il venditore: nel rigo E17 del 730 si possono inserire “i compensi pagati a soggetti per l’intermediazione immobiliare per l’acquisto dell’immobile da adibire ad abitazione principale”. Anzi, leggendo alcuni forum e blog noto che ben più di un agente ha riferito alla parte venditrice che tale detrazione è possibile.
    Qualcuno potrebbe chiarirmi la situazione? Meglio se mi rivolgo all’Agenzia delle Entrate di zona?
    Ringrazio in anticipo coloro che risponderanno per il tempo che mi dedicano.
    Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.