L’istituzione di un Osservatorio permanente nel Comune di Cagliari, per risolvere la complessità legislativa nel settore dell’urbanistica, che crea una certa lentezza burocratica.Questa la proposta da parte degli ordini professionali presenti, stamattina, nella commissione di urbanistica: , geometri, e periti, che propongono una collaborazione con l’ per ridurre i tempi di evasione delle pratiche edilizie, e dare indicazioni riguardo l’applicazione dei regolamenti edilizi.

Il lavoro dell’Osservatorio, che sarà praticamente un tavolo congiunto tra amministrazione e ordini professionali, sarà svolto al fianco dei tecnici comunali: si tratterà di una collaborazione tecnico-operativa, e non politica. Praticamente tutti i consiglieri presenti si sono dimostrati  favorevoli alla nascita di questo Osservatorio permanente: “Da parte di tutti noi, consiglieri comunali, è vivo l’interesse alla risoluzione dei problemi dell’ privata, e la creazione di questo tavolo congiunto potrebbe essere una soluzione”, dice l’assessore Andrea Scano.

Anche il consigliere comunale  Alessio Mereu è intervenuto esponendo “la forte problematica del blocco negli uffici dell’: i cagliaritani si lamentano di continuo. Ritengo che in questo tavolo ci dovrebbe essere anche un rappresentante della Regione”. “Le vere problematiche – dice il consigliere Anselmo Piras- sono all’interno degli uffici. Ritengo ottima  questa proposta di collaborazione,  anche perchè mette da parte la politica, e in primo piano i tecnici”. Nella foto il presidente della commissione urbanistica, Andrea Scano.

 

Fonte: castedduonline.it