Mutui Subprime

I subprime, o “B-Paper”, “near-prime” o “second chance” sono quei prestiti che vengono concessi ad un soggetto che non può accedere ai tassi di interesse di mercato, in quanto ha avuto problemi pregressi nella sua storia di creditore.

subprime.jpg

 

I prestiti subprime sono rischiosi sia per i creditori che per i debitori, vista la pericolosa combinazione di alti tassi di interesse, cattiva storia creditizia e situazioni finanziarie poco chiare, associate a coloro che hanno accesso a questo tipo di credito.

La tipologia subprime comprende un’ampia varietà di strumenti di credito, quali i mutui subprime, i prestiti d’auto subprime, le carte di creditosubprime.

Un’attività subprime si qualifica prevalentemente per lo stato della parte debitrice. Un mutuo subprime è, per definizione, un mutuo concesso ad un soggetto che non poteva avere accesso ad un tasso più favorevole nel mercato del credito. I debitori subprime hanno tipicamente un basso punteggio di credito e storie creditizie fatte di inadempienze, pignoramenti fallimenti e ritardi. Poiché i debitori subprime vengono considerati ad alto rischio di insolvenza, i prestiti subprime hanno tipicamente condizioni meno favorevoli delle altre tipologie di credito. Queste condizioni includono tassi di interesse, parcelle e premi più elevati.

Coloro che proponevano i mutui subprime negli Stati Uniti, hanno sottolineato il ruolo che questa tipologia creditizia ha nell’estendere l’accesso al mercato del credito a consumatori che non l’avrebbero altrimenti. Eppure gli oppositori hanno criticato l’industria del credito subprime per aver messo in atto pratiche predatorie, come l’aver accettato clienti che non avevano chiaramente le risorse per soddisfare i termini dei contratti. Queste critiche sono aumentate esponenzialmente a partire dal 2006, in risposta alla crescente crisi dell’industria statunitense dei mutui ipotecari subprime: centinaia di migliaia di debitori sono stati costretti all’insolvenza e per molte compagnie prestatrici è stata presentata istanza di bancarotta.

2 commenti

  1. In Italia, soluzioni di questo tipo non ne esistono, dal momento che le Banche concedono mutui soltanto dietro congrue garanzie. Personalmente credo che l’impatto di questa crisi sulla nostra economia si farà sentire marginalmente.
    Complimenti vivissimi per questo blog che seguirò sicuramente:mrgreen::mrgreen::mrgreen:. Mi ha fatto molto piacere averlo scovato, dal momento che recentemente ho potuto apprezzare la professionalità di alcuni di voi (in particolare di Carpe Diem e di Paola!!!), in occasione della vendita della mia casa. E’ estremamente importante che le agenzie immobiliari si ritaglino un ruolo professionale che vada oltre la mera intermediazione, altrimenti sarete sommersi di gente che fino al giorno prima vendeva magari le noccioline ai banchi del mercato…
    Tanti auguri di buon anno

  2. Anche se in ritardo contaccambiamo gli auguri di Buon Anno, ringraziandola per il commento inserito e per la stima che dimostra nei nostri confronti.
    Carpe Diem Immobiliare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.