Otto strutture sequestrate tra Massa e Montignoso per un valore complessivo di cento milioni di euro, una sfilza di reati che vanno dalla truffa in danno degli acquirenti e dei Comuni alla . È il quadro delle finte e lo sanno anche di Italia Uno che sono piombate in comune a Massa per chiedere spiegazioni al sindaco .

Matteo Viviani, detto ‘il Lupo’, abito scuro, camicia bianca e cravatta, aria tranquilla e telecamera sempre accesa viene fermato davanti all’ufficio del sindaco: gli chiedono se ha un appuntamento e di cosa vuole parlare. Ma le Iene, si sa, arrivano sempre senza essere attese e non sciupano l’effetto sorpresa: “Abbiamo due semplici domande. Se il sindaco ora non può… noi lo aspettiamo”, dice il Lupo guardando nella sua telecamera.In comune si sparge la voce: c’è chi crede si tratti dello scandalo dei cimiteri, chi della Massese. E Pucci viene avvertito. Dopo pochi minuti le Iene entrano nell’ufficio del primo cittadino, ci rimangono quasi un’ora. Poi escono sommersi dai flash dei fotografi e ripresi da Antenna 3 ma non svelano di cosa hanno parlato.

Ce lo dice il sindaco: “Volevano sapere solo di Rta. Volevano che io dicessi i nomi dei responsabili o dessi la colpa a qualcuno, magari all’ex sindaco. Ma io non ho nomi da fare nè colpe da dare e ho risposto che se ne sta occupando la magistratura”.

Le Iene hanno detto di avere due semplici domande, quali? “Mi facevano sempre le stesse domande per cercare di ottenere risposte diverse, ti incalzano attendendo una tua reazione: in pratica volevano sapere come fosse possibile che l’amministrazione di Massa non si fosse mai accorta della vicenda Rta e chi fossero i responsabili. Insomma semplificavano dicendo che è l’amministrazione che dovrebbe controllare l’utilizzo improprio che viene fatto dopo la compravendita delle unità abitative. Siccome l’amministrazione sono io, per loro dovrei sapere chi c’è dietro e in che modo è stato possibile arrivare a questi punti. Ma credo sia un pò più complicato di così”.

Al ‘Lupo’ chiediamo se è andata bene l’intervista: risponde di sì, dice che non sa quale martedì andrà in onda e fugge via. Il sindaco pensa che non verrà mai trasmessa perchè non hanno ottenuto quello che cercavano ma a preoccupare in questi casi è più il montaggio delle risposte che non la sostanza. Staremo a vedere.

Fonte: La Nazione di Manuela D’Angelo