Il in Italia sta vivendo, come sottolineano anche i recenti dati dell’Agenzia del Territorio, una forte fase di contrazione, con un calo degli scambi nel pari al –25,3% rispetto al II trimestre 2011.
Alla luce di queste informazioni, Casa.it (www.casa.it), il con oltre 700.000 annunci e più di 4.700.000 di Utenti Unici al mese, ha voluto sondare le intenzioni d’acquisto degli italiani e ha posto ai suoi utenti una semplice domanda: “Considerando l’attuale situazione economica, è un buon momento per pensare di acquistare un immobile?” La maggioranza degli intervistati ha risposo con un eloquente “Sì, ma solo se trovo un vero affare”.Analizzando più approfonditamente le risposte, ecco dove si focalizza l’attenzione dei potenziali acquirenti: le “giuste” periferie e gli appartamenti da ristrutturare nei centri storici.
È’ evidente come il risparmio sia prioritario in queste scelte. Fra le periferie, le ricerche si concentrano nei quartieri in via di riqualificazione e dove si stanno sviluppando nuovi collegamenti con il centro città (segnalate dal 43% degli intervistati come zone interessanti per un possibile investimento immobiliare), con un particolare occhio alle che, grazie alle nuove classi di efficienza energetica, garantiscono minori spese ordinarie e la potenziale assenza di spese straordinarie nel medio termine.

Per i centri storici, invece, sono gli immobili da ristrutturare ad essere i più ricercati (dal 34% degli intervistati) : vengono presi in considerazione anche immobili che necessitano di interventi di ristrutturazione, sia perché ci possono essere ampi margini di trattativa e un abbattimento del prezzo d’acquisto (stimato tra il 15/20%) sia perché, fino a luglio 2013, il Decreto Sviluppo garantisce corposi sconti fiscali per le ristrutturazioni.

L’osservatorio di Casa.it, forte del database di oltre 700.000 annunci immobiliari su tutto il territorio italiano e di oltre 250.000 ricerche giornaliere, può fornire una solida base statistica sull’andamento del mercato immobiliare e, in particolar modo, sull’andamento della domanda e dell’offerta. I dati dell’osservatorio confermano il sentiment espresso dagli intervistati di Casa.it che pongono particolare attenzione verso quelle zone delle principali città italiane dove le recenti opere di riqualificazione immobiliare porteranno ad una rivalutazione degli immobili nei prossimi 2 anni. La tipologia di immobile su cui si concentrano maggiormente le ricerche è il bilocale di circa 60 mq per chi vuole fare un investimento mentre il trilocale di circa 90/100 mq per chi cerca una casa più grande dove vivere.

Per la città di Milano, le zone dove la domanda di immobili continua a “tenere” sono quelle interessate dalla costruzione della 4° linea della metropolitana, in particolar modo il quartiere Parco Solari – Via Foppa. Qui si possono, infatti, ritrovare entrambe le caratteristiche richieste: immobili da ristrutturare, il cui prezzo medio si aggira sui  4.700 € al mq, e vicinanza alle nuove fermate della rete metropolitana in fase di realizzazione. Per l’hinterland, invece, la “zona calda” è Rho – Pero, dove si è registrato un incremento sia della domanda sia dell’offerta con quotazioni medie di 2.550 € al mq; quest’area è, infatti, al centro dei lavori per Expo 2015 e può già beneficiare di un collegamento preferenziale con il centro città, grazie al prolungamento della MM1 e alla stazione ferroviaria Rho-Fiera.

Nella città di Roma, invece, la domanda si sta rivolgendo prevalentemente alla zona Est, sulla direttrice della nuova linea Metropolitana C che percorre la Via Consolare Casilina, dove il prezzo medio è di circa 4.150 € al mq. Nell’hinterland, invece, la zona di maggior interesse è quella a Nord-Est, coinvolta dal prolungamento della linea A, dove un immobile da ristrutturare si attesta mediamente sui 2.650 € al mq.

A Napoli, invece, l’attenzione di chi intende acquistare un immobile si sta indirizzando verso  la zona di Capodimonte, al centro di un progetto di riqualificazione promosso dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, dove il prezzo medio si attesta sui 3.150 € al mq e la zona di Pianura, anch’essa interessata da progetti di riqualificazione urbana, dove un immobile da ristrutturare si aggira sui 2.700 € al mq. L’interesse dei potenziali acquirenti per il centro storico si focalizza, infine, sulla zona Centro – Corso Meridionale  dove il prezzo medio si attesta sui 2.850 € al mq.

Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it, commenta: “Nonostante la congiuntura economica sfavorevole, gli italiani se da un lato sembrano non perdere interesse  per l’acquisto di una casa, sia per scopo abitativo sia per investimento, dall’altro sono sempre più attenti all’offerta immobiliare. Investire oggi nel mattone, a seguito anche della stretta creditizia da parte delle banche, porta i potenziali acquirenti a valutare più oculatamente le possibili alternative e a investire nelle aree in via di sviluppo e nelle nuove periferie: la riqualificazione di un’area oltre a rivalutare nel tempo l’investimento fatto, porta altri benefici come la creazione di nuove attività commerciali, nuovi cinema e ristoranti, creando anche nuova occupazione”.

Fonte: monopoli.info