Expoedilizia 2013: Condominium, il salone dedicato ai prodotti e servizi per il

Grazie alla collaborazione con le più importanti associazioni di categoria, gli amministratori di condominio troveranno uno spazio in cui confrontarsi sui cambiamenti introdotti dalla riforma.

Roma, 21 marzo 2013 – Pubblicata sulla “” del 17 dicembre 2012, ed ufficialmente in vigore a partire dal prossimo 18 giugno, con il titolo “Modifica alla disciplina del condominio negli edifici”, la legge 11 dicembre 2012 n. 220 sancisce una vera e propria rivoluzione del codice che regolamenta la ‘vita condominiale’ ed in particolare la figura dell’amministratore di condominio a cui vengono richieste maggiori competenze e professionalità.

Da sempre orientata a dare rilievo, sia a livello espositivo sia a livello convegnistico, ai temi più rilevanti per il comparto e per l’intera filiera, Expoedilizia – la  fiera internazionale per l’ e l’architettura (Fiera di Roma, 21-24 marzo 2013) –  dedicherà al tema della riforma condominiale, un’area ad hoc che ospiterà numerose occasioni di aggiornamento, chiamata Condominium.

Grazie alla partnership tra Expoedilizia, il Consorzio Convalido e le più importanti associazioni di categoria, tra cui ANACI, ANAMMI, UNAI, ANAPI, gli amministratori di condominio potranno confrontarsi sui molteplici cambiamenti introdotti dalla riforma, a partire dalla disciplina i diritti sulle parti comuni e il distacco dall’impianto centralizzato di riscaldamento, passando per l’approvazione delle innovazioni dirette a valorizzare l’immobile, arrivando alle le attribuzioni dell’amministratore e alle condizioni per la sua nomina e revoca.

“In tutti questi anni – commenta anche Rossana De Angelis, presidente di ANACI Roma – si è cercato di dare dignità e centralità alla figura di amministratore in quanto non era più possibile andare avanti con norme incerte che hanno generato nel corso degli anni malcontento, liti condominiali e spese per lo Stato. È necessario dare un nuovo impulso al settore dell’edilizia compresso e preso di mira da una iniqua tassazione. Da Expoedilizia deve emergere tutta l’eccellenza italiana pronta alla nuova sfida del mercato, che include amministratori preparati”.

Una sfida che parte anche dalla comunità immobiliare di amministratori che devono essere preparati di fronte ai cambiamenti della professione. Proprio per questo, domani venerdì 22 alle ore 14 ANAPI, l’Associazione Nazionale Amministratori Professionisti Immobiliari, organizzerà il convegno “Riforma del condominio e sua applicazione”.

In contemporanea A.N.AMM.I, Associazione Nazional-europea AMMinistratori d’Immobili, affronterà il tema “L’amministratore di condominio: incombenze e retribuzione”. La Legge 220 impone, infatti, una serie di nuovi obblighi e di adempimenti a carico dell’amministratore, rendendo più complesso e burocratico il suo lavoro. “In questo modo – spiega Giuseppe Bica, presidente di ANAMMI – è logico immaginare una crescita delle spese e delle incombenze quotidiane. Il professionista sarà costretto a diminuire il numero degli immobili amministrati, per giunta in un momento di crisi e di corsa al ribasso delle spese condominiali. Il rischio per l’amministratore, è quello di trasformarsi in un vero e proprio ‘impiegato’ del condominio in servizio permanente. Ecco perché vogliamo affrontare il problema della retribuzione, a costo di sembrare provocatori, e del fattore tempo, inteso come gestione concreta dell’attività”.

Sabato 23, invece, la formazione degli amministratori sarà affidata ad UNAI, Unione Nazionale Amministratori di Condominio, che alle 10 terrà un incontro per parlare delle “Legge 220/2012. Come cambierà il condominio dal 18 giugno 2013”, a Consorzio Convalido che, sempre alle ore 10, organizzerà il seminario “L’impatto della riforma sulle tecnologie per la gestione condominio. Prima lettura e valutazioni applicative” e ad ANACI che, alle ore 14, terrà un ampio excursus sulla figura dell’amministratore condominiale partendo dall’antica Roma e arrivando a trattare di come la professione venga inquadrata nel nuovo decreto legge, sino alla presentazione del nuovo servizio che sarà attivato nel Comune di Roma per una nuova cultura condominiale anche per la terza età.

Dati edizione 2013

Con 9 aree tematiche, 283 aziende espositrici, 13 iniziative speciali e 5 focus tematici, 122 momenti di formazione e aggiornamento professionale e 42 associazioni di categoria coinvolte, Expoedilizia si presenta come manifestazione di riferimento per il Centro-Sud Italia.