pil

Crisi nel settore immobiliare

A) Minor gettito fiscale (particolarmente dell’Iva): i dati positivi recentemente diffusi si spiegano solo considerando il surplus di entrate fiscali derivante dalla prima rata dell’IMU,senza la quale il saldo risulterebbe comunque in diminuzione.

Piano Casa: Arosio (Fiaip), e’ un modo per rilanciare il mercato

“Il piano casa del governo non sara’ una panacea, ma puo’ essere un modo per rilanciare un mercato, quello immobiliare, che vale il 17% del Pil”. Cosi’ Franco Arosio, presidente nazionale della Fiaip, la Federazione italiana degli agenti immobiliari professionali.

logo_fiaip_grande1Parlando a margine della presentazione del sistema Mls Fiaip, Arosio ha sottolineato che il piano di incremento delle cubature “puo’ creare un meccanismo virtuoso” e “mettere in circolo denaro che oggi e’ bloccato” anche se “Regioni e Comuni dovranno controllare” per evitare abusi.

Mutui, in aiuto la Regione Toscana

La regione Toscana aiuterà chi non ce la fa a pagare il mutuo. Soprattutto chi ha perso il posto e anche i lavoratori precari e gli atipici. L’annuncio è stato fatto dall’assessore al bilancio, Giuseppe Bertolucci, ieri mattina, durante la presentazione del rapporto Irpet, che fotografa una Toscana in affanno, col Pil in calo dello 0,8% e col crollo dell’export: meno 3%. Mentre la media italiana segna un più 5%.


Come faranno i toscani in difficoltà ad avere l’aiuto? Nel pomeriggio, il vicepresidente della giunta, Federico Gelli, ha spiegato: “Le famiglie in difficoltà potranno non pagare la rata del mutuo per un anno. Gli interessi di morosità per il mancato pagamento saranno a carico della Regione e delle banche. Per ottenere il beneficio, i lavoratori che hanno i requisiti potranno rivolgersi direttamente alle banche”.

La Bce riduce i tassi al 2,5 per cento

Appropriata». La decisione della Bce di tagliare di 75 basis point i tassi di rifinanziamento è, per il governatore dell’Eurotower, adeguata al monento della crisi. Una situazione che, secondo Jean Claude Trichet, nel 2009 vedrà «una contrazione dello 0,5% del Pil» di Eurolandia.

Le reazioni. La manovra a tenaglia per ridurre il costo del denaro, nella speranza di dare una mano a Borse e economie “asfittiche”, c’è stata. E ha trovato diversi consensi. La decisione della Bce «è benvenuta», commentano dal Fondo monetario internazionale. «Le mosse sui tassi di interesse questa mattina sono state straordinarie in Eurolandia, Inghilterra e Svezia: le economie sviluppate hanno di fronte a loro un forte rallentamento».