soffitte

Montignoso: Indagine della Procura sui sottotetti oggetto di compravendita

Qualche mese fa, l’Amministrazione di Montignoso, metteva in guardia i cittadini dall’acquisto di sottotetti sul territorio comunale. Si cercava di avvertire dell’illegittimità della vendita di tali immobili, che non potevano essere messi sul mercato se non come vani destinati a servizi (soffitte, ripostigli, ecc.)

A distanza di quasi un anno – scrive il sindaco Federico Binaglia – veniamo a conoscenza che la Procura della Repubblica ha avviato un’indagine sull’utilizzo improprio di sottotetti, trasformati in maniera permanente in unità abitative. L’Amministrazione non può che plaudire all’indagine, offrendo la massima collaborazione agli inquirenti”.

Agevolazioni prima casa: nel computo della superficie devono essere considerati tramezzi e caminetti

Le agevolazioni previste per l’acquisto della c.d. “prima casa” non spettano per appartamenti la cui superficie, individuata dal perimetro interno, risulti maggiore di 240 m2 (esclusi quindi balconi, terrazze, cantine, soffitte, scale e posto macchine).

tavelle

La precisazione arriva dalla Commissione Tributaria Regionale del Lazio che, con una sentenza del luglio scorso, si è sepressa im merito ad un ricorso presentato da un contribuente che si era visto revocare le agevolazioni “prima casa” perché la superficie dell’immobile superava il limite di 240 m2 definito dal D.M. LL.PP. 2 agosto 1969, n. 1072 “Caratteristiche delle abitazioni di lusso”.