condominio

L’architettura e la progettazione sostenibile saranno protagoniste ad Expoedilizia

ExpoediliziaRoma, febbraio 2013 – Recupero edilizio artistico e urbano, sostenibilità degli edifici in chiave mediterranea, risparmio ed efficienza energetica, ma anche tecniche del costruire, scenari del comparto, formazione degli operatori e sicurezza nei cantieri: questi i temi che – tra esposizione, sessioni di formazione e iniziative speciale – animeranno la sesta edizione di Expoedilizia, fiera internazionale per l’edilizia e l’architettura (Fiera di Roma, 21-24 marzo 2013)

Immobili: guida all’acquisto

acquisto_immobili_pistoiaPrima di procedere all’acquisto di una immobile, sono necessarie alcune verifiche preliminari.

Innanzitutto, occorre accertarsi che il venditore non sia un soggetto protestato o fallito; che l’unità immobiliare in questione sia stata costruita nel rispetto della normativa edilizia; che non siano stati effettuati lavori abusivi (o che siano stati condonati). In caso si fosse deciso di affidarsi ad un’agenzia, è opportuno conoscere la percentuale dovuta l’intermediazione prestata. Essa, solitamente compresa tra 1,5% e 5%, varia da città in città.

Vietato affiggere i nomi dei condomini in debito

20110718_debitoriVietato affiggere i nomi dei condomini in debito: condannato amministratore

L’amministratore che espone il nome di un condòmino moroso è responsabile per il reato di diffamazione. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha condannato il responsabile di una struttura di Messina per aver pubblicizzato le generalità di un residente in arretrato coi pagamenti.

La controversia, nello specifico, era sorta in seguito all’affissione nell’atrio condominiale, avvenuta nel settembre del 2007, di una notifica con minaccia di slacciamento del servizio idrico, successiva al continuo indebitamento degli inquilini elencati nel foglio appeso.

La nuova legge condominiale

Condominio454La speranza è che le liti condominiali diminuiscano e che sia più facile decidere e mettersi d’accordo. La certezza è che ci sono articoli nuovi di zecca che riformano la disciplina dei regolamenti di condominio e che entreranno in vigore dal prossimo giugno. Il testo di legge e tutte le novità della riforma del condominio saranno presentate dagli esperti Anaci (Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari), con il contributo avvocati, docenti di diritto e con il patrocinio dell’ordine degli avvocati di Avellino.

Le nuove regole condominiali

Per un po’ avranno di che sbizzarrirsi quelli che in assemblea amano fare le pulci sulla ripartizione delle spese e le tabelle millesimali, per la gioia dell’amministratore e dei vicini. Il Parlamento, dopo un iter durato più di dieci anni, ha infatti approvato una nuova legge che introduce parecchie modifiche alle regole sul condominio (la normativa vigente risaliva in gran parte al Codice Civile del 1942!).

la riforma condominiale nei supercondomini

La riforma del condominio è uno dei provvedimenti condotti in porto, pur tra mille rinvii, da parte del governo Monti. Mentre i decreti stanno per decadere uno dopo l’altro, le novità sulle strutture a residenza comune di recente conversione in legge continuano a far discutere gli esperti.

Riforma condominiale approvata dalla Camera

Dopo essere stato approvato dalla Camera, ora anche la Commissione Giustizia del Senato ha approvato il progetto di legge della riforma del Condominio. Per entrare in vigore bisognerà attendere sei mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

La Riforma del condominio

La riforma del condominio,  non appena passata al vaglio delle Commissioni del Senato, ha ottenuto la concessione della sede deliberante, anticipando in questo modo un via libera che dovrebbe avvenire senza intoppi particolari.

Le abitazioni che producono energia

Aumentano le abitazioni che producono energia, attraverso i pannelli fotovoltaici. Ma a gestire la rete elettrica sono sempre gli stessi colossi nazionali. E se invece fossero condomini e case ad organizzarsi per mettere in comune i watt, in autonomia rispetto alla rete elettrica tradizionale?

Condominio moroso la crisi aumenta i casi

Prosegue la rubrica “Il condominio”. Oggi, Luca Moriggi, nostro consulente, pone l’attenzione su un caso che, a causa della crisi, si sta allargando in maniera preoccupante: il condomino moroso.
L’effetto della crisi non si poteva non sentire anche nella vita condominiale. Assistiamo, infatti, ad un aumento di condomini che non pagano le rate condominiali: fra questi non troviamo solo quelle persone che ritengono “normale” non pagare le spese condominiali, ma anche quelle famiglie che hanno sempre pagato con regolarità, ma ad oggi si trovano in difficoltà.